Un silenzio troppo rumoroso

Washington, mercoledì 14 marzo 2018

Erano da poco passate le 8 del mattino. Il rumore riecheggiava nel tunnel buio.
Quando la metro rallentò la mia amica ed io ci avvicinammo alle porte del vagone in cui ci
sembrava ci fosse meno gente. Entrammo e io a lungo osservai le persone che ci circondavano.
Alcuni leggevano, altri dormivano. Molti invece erano come noi: con un poster colorato in mano,
e nell'abbigliamento un tocco di arancione, il colore scelto per rappresentare il cambiamento.
Giunti alla fermata di Metro Center, scendemmo. A poco a poco arrivarono sempre più persone,
per la maggior parte studenti, e insieme formammo un grande gruppo.Alle nove ci avviammo
verso la Casa Bianca. In tutte le direzioni si estendevano lunghe file di ragazzi. Mi sentivo sicura,
potente, entusiasta di partecipare ad un walkout che tanti leader politici avevano definito "un
movimento verso la strada giusta, un movimento che dimostra l'importanza di questo problema
nazionale, un movimento che influenzerà il nostro futuro." Noi eravamo di fronte alla Casa
Bianca, nelle prime file. All'inizio non eravamo in tanti, ma nel giro di mezz'ora le fila dei
manifestanti si erano già infoltite: le stime furono di oltre diecimila persone. Le telecamere
puntavano verso di noi, alcuni venivano intervistati. Le nostre urla con coraggio esprimevano
tutta la nostra rabbia e forza. Ero molto felice e mi sentivo ispirata ed emancipata. Allo scoccare
delle dieci, fummo tutti avvolti da un silenzio intenso ed emozionante. Per diciassette minuti,
durante i quali i miei pensieri si intrecciavano e correvano come pazzi, quel silenzio non fu mai
interrotto. Diciassette minuti, diciassette, tante le vite degli studenti di un liceo della Florida
fermate per sempre dalla follia omicida di un ragazzo che aveva frequentato la loro stessa
scuola. Più tardi ci dirigemmo tutti verso Capitol Hill, dove riuscimmo a vedere Bernie Sanders,
John Lewis, e dove ebbi la fortuna di stringere la mano ad Elizabeth Warren e ad altri membri
del Congresso. Tutti ci ringraziarono e ci incoraggiarono a continuare così. La mia esperienza
terminó con le parole di Lewis: "Never give up!"


Isabella Salvalaggio

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

CULTURA

"The Bicycle Spy"

“The bicycle spy” è un libro che ho appena finito di leggere. Ve lo volevo raccontare perché a me é piaciuto molto. Questo libro parla di un bambino che vive in Francia. Li’ in quel periodo è cominciata la seconda guerra mondiale, ci sono soldati tedeschi dappertutto e lui fortunatamente non è ebreo ma francese... 

Il Teatro

Sabato scorso, un’attrice italiana è venuta nella nostra classe e ci ha spiegato che cos’è la Commedia dell’Arte ( o Commedia Italiana). Sapete che nella Commedia dell’Arte ci sono dei personaggi molto buffi?!

SCIENZA E TECH

Quando la technologia salva l'ambiente

Nella vita di tutti i giorni, ognuno di noi entra in contatto con milioni di stimoli: cibi, abbracci, baci, odori, dolori, piaceri...I teenager in particolare peró ne possono aggiungere altri: gli stimoli provocati dai videogiochi...

POET'S CORNER

Un nuovo giorno

Vedi un amico, ma lui non saluta.
Cade qualcuno, ma nessuno l’aiuta.
Gente priva di cibo e di supporto,
Senza qualcuno che offra conforto.
Gli uomini commettono reati
Contro Madre Terra che ci ha creati.
Una fucilata, un omicidio…
Perché questo mondo è tutto un eccidio?

ITALIA

La Cattedrale

Nella mia città c'è un luogo speciale che ha radici antiche proprio nel cuore del borgo...la Cattedrale di
Santa Maria Assunta. La sua storia inizia con una bolla papale del 1203...

Nel mese di febbraio in Sicilia ed in altre regioni d’Italia si celebra una festa molto particolare: il carnevale. La parola carnevale deriva dal latino e pare che il significato sia quello di “eliminare la carne”... 

Il Carnevale: la tradizione che diventa allegoria

Lo Sci in Italia

Se cerchi prezzi bassi, il buon cibo e un ambiente favoloso e importante, l'Italia è ilposto giusto.Come destinazione è molto più rilassata rispetto ai suoi rivali in Francia, Svizzera eAustria, con l'enfasi delle vacanze su divertimento e relax piuttosto che sull'eccellenzasportiva. Di conseguenza, il fattore divertimento è molto più alto. 

ESPERIENZA E VITA

La mia esperienza in America

Vi siete mai chiesti cosa vorreste fare da grandi, oppure quale sono i vostri sogni? Negli ultimi anni mi sono resa conto che il mio sogno non si sarebbe mai potuto realizzare nella mia bellissima Italia, ma altrove: in America. La prima volta che ci sono andata mi è subito piaciuto tutto, dal clima alle persone, dalla cultura ai bellissimi grattacieli.

Laboratori di storia dell’arte ai corsi integrativi

Quest'anno le classi di italiano hanno un'attività nuova che mi piace tanto. La nuova attività è storia dell'arte.
Ma non è storia dell'arte normale. Fate attenzione perché vi sporcherete tanto. Se avete una insegnante come Marina vi divertirete tantissimo...

GOSSIP

Fabrizio Frizzi

A poco più di un mese dalla morte del famoso conduttore televisivo della Rai , FabrizioFrizzi, l'Assemblea Capitolina ha votato all'unanimità , cosa mai successa in così brevetempo, l'intitolazione di una strada a suo nome...

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now